Network Bar

lunedì 25 novembre 2002

Kit salva-vita

Notizia interessante che proviene dall'Italia sulla ricerca alla lotta ai tumori.
Per approfondire la ricerca, condotta presso il San Raffaele di Milano, basta andare al link Ogni cellula possiede un kit salva-vita, articolo apparso sull'edizione odierna della "Gazzetta del Sud", a firma di Enrica Battifoglia.
Speriamo bene!

domenica 24 novembre 2002

Economia spicciola

3 persone vanno in un ristorante e spendono 10 euro ciascuno, per un tottale di 30. Secondo loro la spesa è eccessiva e il ristorante decide di rendergli 5 euro. Il cameriere, per fare una spartizione più semplice, decide allora di intascare 2 euro, dandone così 1 ciascuno ai tre amici.
Totale: 9 euro pagati dai tre più i 2 euro intascati dal cameriere fa 29 euro. Si è perso 1 euro per strada!!!
Facendo i conti in questo modo, gli euro si perdono continuamente, ma in effetti per arrivare alla cifra che in totale è circolata nel sistema ristorante bisogna sommare alla cifra pagata dai 3, il resto che hanno percepito, ovvero i soldi resi dal ristorante meno quelli intascati dal cameriere: 9 euro per 3 persone + 5 euro dal ristorante - 2 euro nelle tasche del cameriere = 30 euro!

giovedì 21 novembre 2002

Il Grande Pentagono

Il Pentagono, quartier generale del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, ha implementato un sistema informatico capace di intercettare e-mail, fax e transazioni bancarie di tutto il mondo allo scopo di combattere il terrorismo e garantire una maggiore sicurezza nazionale (...)

L'articolo, di Ivan Luigi Vargiu può essere letto nella sua versione integrale al link:

Tiscali Download

Si attendono futuri sviluppi, considerando che gli USA sono intenzionati a intervenire anche per violazioni che avvengono fuori dai loro territori (ovvero su server esterni al territorio desli Stati Uniti)...
Altro sito da visitare è:

Il Pentagono

Alla prossima!

Italia-Turchia 1-1

Buona partita dell'Italia e buone le indicazioni date dai nuovi, soprattutto da Perrotta, il centrocampista del Chievo, che si è mosso molto bene.
Anche Di Natale e Nervo danno buone impressioni e certamente dovranno essere utilizzati molto più spesso.
La butto lì: ora possiamo finalmente fare a meno di Totti e di altre Superstar del nostro calcio, perché dietro di loro ci sono giocatori bravi altrettanto, se non più, di loro!!!

mercoledì 20 novembre 2002

Maurizio Costanzo Show: Oltre la morte

Sempre ieri notte, sulla rete concorrente, nel salotto del buon Costanzo, è andata in scena la veggente Altea, colei che dice di vedere i fantasmi dei nostri cari gravitare intorno a noi.
Tra gli ospiti, alcuni (almeno quelli che ho potuto udire) hanno testimoniato di strani eventi di cui sono stati testimoni o protagonisti e che razionalmente non possono fare altro che spiegarsi se non con comunicazioni con il mondo dei morti.
Chi è, al contrario, ancorato alla ragione, non sa bene come spiegare questi fenomeni e nel caso della signora Altea (spero di non aver sbagliato il nome) tende a non crederle.
Personalmente non sono molto propenso a credere a queste persone, soprattutto se con questi spettacoli guadagnano di che vivere molto ma molto bene, ma se ognuna di esse è onesta o meno non sta certo a me dirlo, poiché è una questione tra lei e la propria coscienza. Certo è che le esperienze più o meno incredibili di gente comune che non ha alcun bisogno di guadagnare ma tutto da perdere nel raccontarle rende il mistero affascinante e degno di essere approfondito, ma deve far ricordare che la scienza non può porre la parola fine su questo capitolo, per il semplice motivo che altri capitoli, con equazioni da tempo note, sono ancora aperti e ancora da scoprire...

Porta a Porta: ancora No Global

In una sorta di Uno contro tutti (la formula ideata da Costanzo), Casarini è stato ospite di Porta a Porta per discutere di quello che è capitato ai No Global (e sembra all'Italia intera) di recente a causa di alcune procure (in primis quella di Cosenza).
L'atmosfera che si respirava era la seguente: poiché hanno arrestato con l'accusa di associazione per la sovversione (spero che la terminologia sia corretta, in caso contrario, perdonatemi) una ventina di persone appartenenti al gruppo anti-globalizzazione, il processo che ci sarà (se si farà) è in realtà un processo a tutti i No Global e non alle singole persone arrestate. La aristotelica conclusione è quindi: sia che siano criminali sia che non lo siano, quelle persone non andavano arrestate per evitare possibili futuri problemi di ordine pubblico o chiusure nel percorso del dialogo tra i No Global e i governi mondiali (Italia in particolare).
La mia senzazione, almeno, era questa. Può essere sbagliata, e spero che lo sia (mi sembrerebbe estremamente irragionevole), ma certo gli eventi successivi agli arresti mi hanno dato la sensazione che un pò tutti abbiano perso il lume della ragione: Signori, ecco a voi, Macelleria Italia (meglio Mondo)!

LA partita di Calcio

Ieri sera, a Numero Uno (RaiUno) è andata in onda, intorno alle 23:00, una emozionante sintesi di una partita, ai tempi in cui il golden gol non c'era e le squadre non avevano paura di perdere, perché tanto non ti pagavano chissà quanto se vincevi e quindi, in caso di sconfitta...
La partita in questione è quella che, per molti, è la sintesi di quello che dovrebbe essere una partita di calcio: Italia-Germania 4-3, mondiali di Messico '70...
Un gran divertimento!!!!

martedì 19 novembre 2002

Problemi ambientali

Come sappiamo dalle notizie di oggi, una petroliera si è spezzata in 2 al largo della Galizia, in Spagna, causando la distruzione di un ecosistema naturale e la morte certa di motissimi esseri viventi tra piante ed animali. Da sempre il WWF e molte altre associazioni ambientaliste sono impegnate per impedire che qualsiasi petroliera, ed in particolare quelle fatiscenti e da rottamare, solchino le aree protette, là dove è presente un ecosistema che ospita animali ormai unici al mondo e questo è solo l'ultimo degli episodi che danno ragione al WWF e che ci ricordano come i loro avvertimenti siano ancora inascoltati.
Questo particolare avvenimento mi suggerisce anche un'altro argomento: un pò di tempo fa, al Maurizio Costanzo Show, Cecchi Paone e Tozzi (il geologo di Gaia) si accapigliarono sul fatto che il sistema di vita imposto dalla civiltà industriale era dannoso e insostenibile per l'ambiente oppure no.
Entrambi diedero uno all'altro dell'ignorante (in forme più o meno educate e evidenti), ma nessuno dei due, a dire il vero nessuno in tutta la platea di ospiti, era in grado di dire loro che entrambi avevano torto: in effetti a tutt'oggi non esiste un modello (che suppongo debba essere termodinamico) in grado di descrivere la situazione climatica attuale e, partendo da essa, fare previsioni da qui ai prossimi 1000 anni, ad esempio. In effetti il problema principale, nell'immediato, è capire se il nostro sistema (che, in quanto fondato su esseri viventi, è sostanzialmente basato su trasformazioni irreversibili, ovvero eventi irripetibili e unici) può tornare ad una situazione climatica simile, ma non identica, a quella che stavamo vivendo 5, 10 anni fa.
Purtroppo non esistono modelli di tal guisa e quindi dobbiamo aspettare, ma certamente, nell'attesa, dobbiamo evitare i soliti irresponsabili comportamenti come trasportare il petrolio lungo rotte ambientalmente protette o consumare le forme di energia esistenti senza pensare ad altre alternative e molto più sicure.

lunedì 18 novembre 2002

Ancora No Global

Ancora oggi si parla di No Global e della loro protesta contro gli arresti partiti dalla procura di Cosenza.
A quanto pare ci sono dei video e delle e-mail che provano il coinvolgimento degli arrestati nei fatti violenti accaduti in Italia nell'ultimo anno e tutti ricollegabili con i No Global... non so se queste prove siano sufficienti per provare la colpevolezza di questi ragazzi, ma certamente dovranno passare tutti e 3 gradi di giudizio che la nostra legislatura prevede per avere un verdetto definitivo. Fino ad allora sono da considerarsi innocenti, ma se non lo fossero, perderebbero non poca credibilità (e forse la stanno già perdendo).
Confidiamo nel lavoro della magistratura e della polizia affinché venga fatta luce su tutti questi eventi...

sabato 16 novembre 2002

Fatti di Genova

Sono molte le cose che vorrei dire, ora che sembra che il mio WeBlog funzioni sempre meglio, ma preferisco iniziare dalla notizia del giorno (considerando che tutto è iniziato nella mia città: Cosenza): l'arresto di alcuni esponenti più o meno importanti del Social Forum.
Quello che mi ha colpito è che da più parti sono partite molte proteste sul fatto che questi ragazzi, solo perché fanno parte dei No Global, non dovevano essere arrestati.
Si può discutere sui modi o sui tempi, si può protestare su questo fatto, ma mi sembra fuori luogo farlo nei termini e nei modi fatti in queste ore e soprattutto molto comodo farlo quando eventi del genere ci toccano direttamente: bisogna ricordare sempre che non sono stati i primi ad essere stati trattati in modi così "ortodossi".
A parte tutto, penso che debbano essere considerati innocenti fino a prova contraria e quindi bisognerà attendere la conclusione dei processi, sia per la polizia che per i No Global e quindi le proteste, fino ad allora, sono assolutamente inutili.

venerdì 15 novembre 2002

Sacra Sindone

Giovedì notte. Dopo aver visto "La Squadra" (RaiTre), il serial che ogni giovedì sera tiene incollata al televisore mia madre (sveglia!), passo ad "Excalibur" (RaiDue) per vedere (per me per la prima volta) la conclusione della 2.a puntata di questo nuovo programma sull'informazione. Parlano della Sacra Sindone.
Per chi non lo sapesse, questa è un panno su cui il sangue di un uomo ne ha impresso l'immagine, lasciando inequivocabili segni simili a quelli descritti nei Vangeli a proposito della morte di Gesù detto il Cristo.
Nel giorno del papa al parlamento, Socci affronta un argomento abbastanza complesso e lo studioso della sindone (di cui non ricordo il nome) interpellato dal giornalista per parlare della Sindone, nonostante la datazione al Carbonio 14 tenda a posizionare il panno in un'età compresa tra il XIII e il XIV secolo, sembra ritenere che quel panno sia originario dell'Israele di poco meno di 2000 anni fa, anche per la presenza di alcuni semi tipici di quel tempo e di quei luoghi.
Questa è certo una interpretazione dei dati scientifici e molte altre, contrastanti con questa e collimanti con i dati oggettivi che possono essere desunti dallo studio sul panno, possono essere fatte, ma certamente le persone che credono in Cristo-Dio non vi credono solo e soltanto per questo e coloro che credono in Cristo-semplice uomo non saranno convinti del contrario solo perché la Sindone è vera o falsa.
Penso che non si possa escludere che chi ha fatto i calcoli con il metodo del Carbonio 14 si sia sbagliato, ma non si può nemmeno essere certi del contrario... e questo lascia aperte molte strade...